Andrea Nardone – Chieti

Andrea Nardone a Pescara, foto di Annalaura Gaetani.
  • Dove vivi, quanti anni hai? Cosa fai?

Vivo nella provincia di Chieti, precisamente nella città di Ortona, ho 31 anni ed ho una ditta edile insieme a mio padre.

Dedico il tempo libero alle mie passioni: il ballo che sin da piccolo mi è stato tramandato dai miei genitori, e il fitness.

Un’altra passione che sto riscoprendo e cercando di sviluppare magari facendola diventare un lavoro, è il settore foto e moda.

  • Cos’è secondo te l’amore?

Innanzitutto, l’amore è un concetto molto ampio, non è un’emozione come molti la definiscono ma un sentimento che va coltivato nel tempo, molto profondo da spiegare a parole.

L’amore è quel momento in cui si smette di ragionare con la mente e si inizia a ragionare con il cuore.

Per me l’amore non è solo tra fidanzati, genitori e figli, ma è un sentimento che troviamo quotidianamente ad esempio: aiutare i bisognosi lungo le strade, compiere gesti verso gli anziani, compiere sacrifici senza tornaconto. Quindi desiderare il meglio dell’altra persona chiunque essa sia, e cercare di renderla felice.

  • Cos’è per te la moda?

Per me la moda è essere se stessi e sentirsi a proprio agio nell’indossare un outfit personale con eleganza e classe, non necessariamente seguire i trend del momento i quali a volte sono troppo stravaganti.

  • Il giorno più bello della tua vita?

Direi che è difficile definire il giorno più bello della mia vita dato che vivo di attimi.
Potrei dire della mia prima vittoria al Campionato Italiano FIDS, oppure del raggiungimento dei meriti come animatore turistico, ed animatori di eventi, oppure quando ho comprato la mia prima macchina.

  • Sogno nel cassetto?

Il mio sogno è quello di creare una bella famiglia, avere dei figli ma nello stesso momento di intraprendere una vita come fotomodello o indossatore per qualche brand.

  • Hai a disposizione un solo desiderio. Cosa domanderesti al genio della lampada?

Un mio desiderio attuale è quello di tornare alla normalità eliminando questo brutto virus, il quale sta cambiando il nostro stile di vita, ci sta allontanando dai rapporti con le altre persone e in fine cosa più triste si sta portando via le persone a noi care molto prima del dovuto.

  • 3 aggettivi per definirti. 

Solare, iperattivo, determinato.

  • Cosa ti dicono più spesso?

Spesso mi dicono che sono una persona buona, educata e soprattutto seria, infatti questa mia serietà con le persone o nell’affrontare determinate situazioni mi ha portato sempre grandi risultati.

  • Cosa significa per te essere eleganti?

Penso che il concetto di eleganza molto spesso venga frainteso. Essere eleganti non significa solo indossare un abito da sera, ma significa essere cordiali con le persone, disponibile, e aiutarle se ne occorre. Essere eleganti dipende molto dall’atteggiamento che si ha verso il prossimo.

  • Cosa significa per te avere stile?

Avere stile invece, significa avere buon gusto nello scegliere outfit in base alle tendenze del momento modificandole in base alla mia personalità.

  • Come ti vesti di solito?

Posso dire che spesso indosso outfit sportivi dovuti ad esigenze e comodità, ma amo indossare anche outfit industrial, ed eleganti quando la situazione lo richiede.

  • Quali sono i tuoi brand di abbigliamento preferiti?

Non ho dei brand preferiti. Vesto da Zara, Pull&Bear, Koon. Ma essendo sportivo vesto molto Adidas, Nike e Joma.

  • Raccontaci il tuo rapporto con i social.

Premetto che posso stare tranquillamente anche senza, ma nello stesso momento devo ammettere che da qualche anno a questa parte essedo diventato fondamentale il ruolo dei social, li uso frequentemente come tutti i ragazzi, condividendo la mia vita quotidiana, e rimanendo aggiornato su tutte le news del momento.

Il social che uso di più è Instagram, poiché oggi avere un bel profilo equivale ad una buona pubblicità.

  • Un augurio per il futuro?

Per il futuro spero di non perdere mai la determinazione nel fare, nel prendere decisioni importanti nonostante gli ostacoli che la vita ci riserva e di avere sempre un obiettivo per il quale combattere.

Per concludere ringrazio ToAgency per avermi dato l’opportunità di vivere questa nuova esperienza e la possibilità di raccontarmi.

Sei un fotografo, un brand o un negozio e vorresti realizzare degli scatti con Andrea?

Scrivici in direct e saremo felici di aiutarti a organizzare il tuo set insieme a lui !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *