Balmain x Barbie: nuova moda e NFT

Si tratta della nuova capsule collection proposta da Balmain insieme alla nota azienda di giocattoli Mattel. Vengono ripresi vari capi di abbigliamento e accessori iconici della casa di moda (spalline, bottoni d’oro e paillettes), alcuni dei segni iconici disegnati da Pierre Balmain del 1950, come il monogramma labyrint. La collezione riprende il ‘New French Style’, usato dal marchio ormai da vari anni, considerato come l’espressione di una bellezza nuova, diversa ed emozionante, nella quale nessuno si sente a disagio, ma tutti possono sentirsi rappresentati.

Si tratta di una collezione quasi al 100% unisex, che sarà disponibile online e negli store fisici dal 13 gennaio. La caratteristica principale è il colore rosa, che domina in tutti gli elementi, dai vestiti agli accessori, declinato in varie sfumature. Nel creare questa collezione Oliver Rousteing, si è ispirato al design dei vestiti della famosa bambola: hanno un design caratteristico e audace, così come il colore, che viene subito accostato al mondo ‘infantile’ delle Barbie, ma che da anni sta lottando per essere sempre più inclusivo e privo di stereotipi. È stato anche ripreso il design anni ’90 dei packaging in cui le bambole sono state vendute, ma sempre modificato in chiave moderna ed iconica.

È una concezione di abbigliamento diversa rispetto a quella a cui si è abituati: si tratta di 50 capi diversi, il cui focus è quello di abbattere gli stereotipi e allontanarsi dalla doppia categorizzazione dei vestiti, in modo da potersi esprimere in modo più libero, senza nessuna limitazione arbitraria. Tra i pezzi che compongono la collezione sono presenti cardigan, bomber, leggings, borse e blazer, perfetti per un abbigliamento lontano dalle classificazioni di genere, in modo che nessuna persona si possa sentire esclusa. 

Per sponsorizzare il lancio, oltre una campagna social sulle pagine dei vari brand, è stata creata una campagna pubblicitaria digitale, con le fotografie scattate da Rob Lushing, per omaggiare il lancio di questa particolare collezione. 

Inoltre è stato creato un pop-up store temporaneo all’interno Neiman Marcus a Dallas (aperto fino al 30 gennaio), tutto a tema, per permettere di ammirare la collezione e regalare alla persone un’esperienza unica.

Per rendere questa collaborazione ancora più moderna e accattivante, è stato deciso di intraprendere un percorso del mondo degli NFT (not fungible token). Sono stati creati 3 avatar virtuali, nft esclusivi, che verranno messi all’asta su Mintnft a partire dall’11 gennaio. Chi si aggiudicherà l’asta avrà la proprietà dell’avatar e anche una versione fisica della bambola. È la prima volta che il marchio Barbie fa la sua comparsa nell’arte digitale; questo segna un passo in avanti e tenta di creare un nuovo mercato in cui potersi espandere. 

Articolo di Giulia Sacco.