Gaia Caporale Make-Up Artist di Udine

– Chi è Gaia? Dove vivi, Quanti anni hai? Cosa fai?

Il mio soprannome è Gaietta. Vivo a Pradamano, un tranquillo paesino molto vicino a Udine. Ho 23 anni e sono una pro make-up artist.

Subito dopo aver terminato gli studi, ho avuto la fortuna di poter lavorare nelle migliori e più rinomate profumerie di Udine. In questo modo ho migliorato le mie conoscenze sui prodotti make-up e beauty e le mie esperienze nei rapporti con le clienti e il saper soddisfare le loro diverse esigenze.

Gaia mentre trucca

– Come definiresti il tuo stile nel lavoro ?

Negli anni, a partire dall’ Accademia Nazionale del Cinema di Bologna che ho frequentato nel 2016, ho avuto modo di sperimentare diversi stili e diversi tipi di trucco.

Il trucco “brutto” (come lo chiamo io) cioè quello delle ferite e dell’ invecchiamento, il trucco “da lontano” cioè il trucco teatrale, quindi quello che va visto solo dalle comode poltroncine del teatro perché da vicino è molto esagerato e strano.

Infine c’è il trucco “bello” cioè il trucco sposa, il trucco moda, il trucco da cerimonia. Ecco, questo è il mio preferito!

Mi diverto molto a realizzare ferite ed effetti speciali ma mi piace ed è impagabile rendere meraviglioso/a chiunque si affidi a me per il suo make-up.

Make-up "teatrale" realizzato da Gaia

– Raccontaci il tuo rapporto con i social.

Mmmm…diciamo che non sono molto costante nel pubblicare ma sono molto presente invece nel curiosare, sbirciare gli altri profili e aggiornarmi. Di sicuro, tra i social, quello che uso di più è Instagram.

– Il tuo punto di riferimento nel lavoro? 

Mi piace guardare come lavorano le mie colleghe e se c’è uno spunto da prendere non mi faccio scrupoli, anche se è l’artista più sconosciuta.

Ho sempre pensato che una fonte di ispirazione o un insegnamento possano arrivare da chiunque. Se dovessi scegliere uno tra tanti punti di riferimento direi Francesca Tolot, truccatrice di molte celebrities.

Francesca Tolot

– Il tuo punto di riferimento nella vita?

In questo caso la risposta è molto semplice: il nonno. Uomo brillante, gran lavoratore e grandissimo artista, sempre sorridente, generoso, disponibile ed educato.

Gaia e i suoi nonni

– Con chi sogni di realizzare un set?

Volo basso: mi piacerebbe truccare Beyoncé, Rihanna, Lady Gaga, Kerry Washington, Julia Roberts, Blake Lively, Federica Panicucci, Michelle Hunziker, Ilary Blasi, Vanessa Incontrada, Francesca Chillemi…se volete continuo!

– I tuoi brand professionali di riferimento ?

Lavorando in profumeria ho avuto modo di avvicinarmi a moltissimi brand e provare i loro prodotti. Amo molto Dior, Mac, e Smashbox.

 Che rapporto hai con la moda? Hai dei brand preferiti?

Il mio lavoro e la moda sono due treni diversi che però percorrono gli stessi binari credo, quindi sono sempre molto informata sugli ultimi trend. A casa mia non manca mai l’ultima rivista di glamour: Vogue o Vanity Fair.

Per quanto riguarda il mio stile personale, mi piacciono quei capi particolari che mi possano contraddistinguere, non i più gettonati, non quelli che tutti acquistano. Per quanto riguarda le scarpe invece sono più tradizionale: Adidas, Converse, Vans, Ugg ecc.

– Qual’è il tuo sogno nel cassetto ?

Il mio sogno nel cassetto è poter continuare a fare della mia passione il mio lavoro. “Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neanche un giorno in tutta la tua vita”.

Per me truccare è qualcosa di meraviglioso, qualcosa che amo e che mi appassiona. Spero quindi di poter continuare a truccare per il resto della mia vita.

– Un augurio per il futuro ?

Meritocrazia. Mi piacerebbe essere valutata sempre per quelle che sono le mie capacità, competenze, e conoscenze.

Tante volte io, ma credo molti altri ragazzi della mia età, vengo giudicata per il mio dolce e giovane visino che automaticamente significa incompetenza e poca o nessuna esperienza. Non è così!

Queste persone normalmente scelgono di affidarsi a mani più mature (e quindi secondo il loro ragionamento più esperte) ma non sanno che magari nonostante la giovane età una ragazza può avere esperienze, può essere aggiornata e può essere perfettamente preparata.

Mai giudicare un libro dalla sua copertina.

Make-up realizzato da Gaia su se stessa