Simona Camporesi Make-Up Artist – Ravenna

• Soprannome?
Non ho soprannomi artistici o nomi d’arte però ormai da tempo nato “cosi” per caso da loro, gli amici più stretti mi chiamano “Symo” da che è il classico diminutivo a qualcosa che mi contraddistingua. 
 
• Dove vivi, Quanti anni hai? Cosa fai?
Nata e vivo a Ravenna, ho 28 anni, svolgo il lavoro di Makeup Artist da 5 anni, insegno makeup beauty allo IAL “Accademia dell’estetica e del benessere” e faccio parte come staff  dell’associazione teatrale “Zombie inside” che si occupa di eventi teatrali e spettacolo dove posso sfoggiare anche le mie capacità e passione con i makeup FX (effetti speciali) Truccatrice ormai da svariati anni al parco divertimenti “Mirabilandia” nel periodo di Halloween per  l’horror festival. Sono una cosplayer ormai da 7 anni, creo makeup e costumi per poi andare in visita nelle varie  fiere cosplay talvolta anche come giuria. 
 
• Come definiresti il tuo stile? 
Non ho uno stile ben preciso perché sono dell’idea che l’arte ha mille sfaccettature e che amo immedesimarmi in ognuna di loro, quindi alla resa dei conti direi che il mio stile è artistico.
Per i makeup artistici mi ispiro a quello che ho intorno come elementi della natura, cibo, oggetti,  qualsiasi cosa mi venga in mente. È ovvio che abbracciando ogni stile di makeup mi cimento in cose artistiche di fantasia ma mi soffermo anche nelle cose più beauty e classiche come può essere un makeup sposa, fotografico o tutto ciò che riguarda quel ramo di makeup soltanto beauty.
• Raccontaci il tuo rapporto con i social?
Sui social cerco sempre di aggiornare i miei followers, amici su quello che è il mio lavoro, sugli eventi in programma, nuove uscite. Non sono un’accanita raccontatrice di me stessa preferisco mantenere i social (di lavoro) con argomenti principalmente a scopo strettamente lavorativo e di informazione buttandoci in mezzo però ovviamente quella che sono io il mio modo di esprimermi il fatto che sono sempre una “burlona” divertente, non mi piace la noia la monotonia e penso sia 
giusto anche trasmetterlo agli altri. Mentre i social a pagina privata ovviamente rimane come vita privata. 
 
• Il tuo punto di riferimento nel lavoro? Il tuo punto di riferimento nella vita?
Rispondo a queste due domande insieme perché nella vita spesso ci si sente dire le solite frasi come “Non sono lavori questi, sarà difficile, vedrai che è solo un momento, ti passerà la voglia di fare questo” e spesso l’unico appoggio sei proprio TU quindi sono fiera di essere l’appoggio di me stessa sia sul lavoro che sulla vita. La fortuna è che quelle frasi non sono mai uscite dalla mia famiglia quindi l’appoggio famigliare è fondamentale per proseguire negli studi e nelle passioni con 
quella marcia in più e sembra scontato ma è una fortuna che ho. Quindi contare su se stessi sulle proprie forze le proprie ambizioni e obiettivi penso sia l’orgoglio più grande che un professionista possa avere. 
 
• Con chi sogni di realizzare un set?
Non ho una figura principale a cui aspiro, piuttosto una situazione e mi piacerebbe tanto poter entrare in quello che è il mondo televisivo quindi poter truccare figure televisive per pubblicità o programmi ma anche soprattutto poter realizzare set fotografici per moda, vestiti, gioielli, pubblicità di giornali.
 
• I tuoi brand professionali di riferimento? 
Chi fa il mio lavoro sa quanto è importante trovare il giusto prodotto piuttosto che affidarsi esclusivamente a un solo brand perché non tutto può piacere di un solo brand quindi spaziare ed esplorare è quello che più amo fare ecco perché la mia makeup collection varia tra mille brand tenendo con me quando lavoro “ le chicche” i prodotti che secondo me qualitativamente parlando meritano di avere un posto. Principalmente mi trovo molto ad utilizzare le mie marche preferite che sono: Anastasia Beverly hills, Nabla, Mulac, Nyx, Toofaced, Benefit, Urbandecay, Fenty beauty… 
e a seguire molti altri.
• Che rapporto hai con la moda? Hai dei brand preferiti?
Per quanto possa essere assurdo amo tantissimo osservare, commentare, scoprire…non per niente uno dei miei film preferiti è “il diavolo veste Prada” ma come dicevo prima per assurdo non ho capi altamente costosi forse perché non posso permettermelo al momento e chissà a tempo debito una borsa di Gucci, Prada, Versace non me la leva nessuno assistendo ad una sfilata di moda (piccolo sogno nel cassetto) Piuttosto più che moda di vestiario preferisco interagire più su quello che è appunto il mio lavoro di makeup e poter dare un volto e carattere ad una figura attraverso quello. In generale comunque mi piacerebbe investire di più su capi e poter essere più di pari passo con i miei gusti ma come sempre Aimè l’sicurezza del proprio corpo ci mette lozampino.
• Qual’è il tuo sogno nel cassetto?
Come avevo accennato prima il mio sogno è quello di lavorare dietro le telecamere e il sogno più grande è proprio il cinema, avere la possibilità di stare dietro nei backstage e creare makeup sui set di film. Un altro è quello di poter lavorare per riviste come Vogue e similari.
• Un augurio per il futuro?
Mi auguro di fare SEMPRE quello che mi rende felice di essere sempre fiera di me stessa di dove arrivo, di essere grata dei passi che faccio qualsiasi essi siano e ovunque arrivo, prendere questo lavoro sempre con la passione che ho e per quanto sia dura molte volte e per quanto a volte ci sia il pensiero di mollare mi auguro di non farlo mai e poter arrivare alla fine di tutto e dire “ Ho fatto il 
lavoro della mia vita” perché fai della tua passione un lavoro e non lavorerai mai un giorno della tua vita.

LANGUAGE

CHOOSE